Il Sito Italiano di Abandonware per PC, Linux e Mac - Dal 2011 Guide PC, MAC e Linux per Giocare ai Giochi del Passato

WarCraft: Orcs & Humans

Giochi Abandonware è reso possibile dalla visualizzazione della pubblicità
Disattivando la pubblicità non ci consenti di sostenere le spese mensili di Hosting.

Considera la disattivazione del sistema di blocco pubblicitario oppure la disattivazione del sistema anti-tracciamento. Altrimenti puoi effettuare una donazione. Quanto ? Lo decidi tu.
Qualsiasi donazione serve, solo, a coprire le spese mensili di Hosting e ad acquistare nuovi Server.
Donazioni pari a 12€ annui (o somme superiori) ricevono accesso al sito senza pubblicità per 1 anno e altro ancora. (Ricordati di segnalarci con una nota l'indirizzo email con cui si vuole accedere al sito.)
Vuoi effettuare una donazione? Grazie in anticipo, il tuo contributo migliorerà il sito!

Dona

WarCraft: Orcs & Humans è un VideoGioco di Genere Strategia sviluppato da Interplay Productions Ltd. e pubblicato da Blizzard Entertainment Inc. nel 1994 per Sistema Operativo DOS. Il gioco ha come Tema Fantasy, Real-Time, Turni.

Warcraft è un gioco di strategia in tempo reale pubblicato nel 1994 (strategia in tempo reale significa che entrambi gli schieramenti stanno lavorando allo stesso tempo, di solito per annientarsi a vicenda). Sebbene non sia in realtà il primo gioco RTS della storia, è sicuramente un titolo che ha contribuito a diffondere il genere rendendolo mainstream. Warcraft offre due campagne diverse ma direttamente collegate, raccontando gli Orchi che tentano di dominare la popolazione umana attraverso la forza bruta oppure gli Umani che cercano di respingere gli Orchi dalle loro terre. Ci sono un totale di 12 missioni in ogni campagna, il che significa 24 scenari diversi. Mentre le missioni sono uniche, le unità in realtà non lo sono – ognuna ha un gemello malvagio che lavora per il nemico. Come il suo predecessore Dune II, ci sono circa due unità vicine alla parte superiore dell’albero tecnologico che differiscono, ma non in modo significativo. I Chierici umani hanno il potere di guarire; la loro controparte, il necrolita Orcish, può rianimare i cadaveri caduti. Entrambi stanno prolungando la vita delle unità. Questo significa che non c’è motivo di giocare da entrambe le parti, a meno che tu non sia davvero interessato alla storia (che, come da tradizione Blizzard, è profonda, spiegata in un lungo manuale e abbastanza interessante da essere un valido motivo per continuare a giocare).

L’interfaccia è semplice da capire, goffa ma funzionale. Le unità vengono selezionate da un riquadro posto a sinistra dello schermo, la tua minimappa è collocata nell’angolo in alto a sinistra e agisce anche come un display multifunzione, fornendo informazioni su obiettivi, unità e la vostra economia sulla base di alcune selezioni. È possibile selezionare un’unità facendo clic su di essa e visualizzare lo stato corrente e gli aggiornamenti. Cliccando sopra le azioni occorre selezionare l’azione che si desidera eseguire, ed effettuare un altro clic per dire all’unità dove eseguire quella determinata azione. Il sistema è identico per la gestione di strutture e aggiornamenti. È inoltre possibile semplificare un po’ il processo selezionando fino a quattro unità contemporaneamente. Il tasto F1 è utile per ricordarti le (tante) scorciatoie di tastiera. 

Le prime missioni sono relativamente semplici e ti aiutano ad abituarti a tutte le sfumature del gioco Warcraft. Sono necessarie per imparare alcune cose come tenere d’occhio la mappa per le imboscate in arrivo, utilizzare efficacemente i tasti di scelta rapida della tastiera per eseguire le azioni (invece di usare il mouse) e adottare le migliori strategie per affrontare determinati tipi di nemici. Ad esempio, le catapulte sono necessarie contro  qualsiasi unità in lontananza ma sono dannatamente (quasi) inutili da vicino, rendendo indispensabile inviare i tuoi guerrieri o cavalieri per fare un “lavoro rapido”. Man mano che si procede per i livelli aumenta, ovviamente, la difficoltà ma con la la giusta strategia e capacità di adattamento alla situazione, tutti i problemi possono essere superati.

Consigli DOSBox per WarCraft I

Di seguito le modifiche, da me suggerite, al file di configurazione di DOSBox:

[dosbox]
machine=svga_s3
memsize=64

[cpu]
core=dynamic
cputype=auto
cycles=75000

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle6 Stelle7 Stelle8 Stelle9 Stelle10 Stelle (1 voti, 8,00 / 10)

Screenshots

Lascia un Commento!

Condividi i tuoi ricordi, aiuta gli altri giocatori a eseguire WarCraft: Orcs & Humans in un sistema operativo moderno, richiedi assistenza o commenta qualsiasi cosa desideri. Se hai problemi a eseguire WarCraft: Orcs & Humans ricordati, prima di ogni altra cosa, di leggere la sezione Guide, Come Giocare e Link Utili!

(Il Form Commenti non funziona, risolveremo il problema il primo possibile. Lascia un commento nella pagina Facebook!)

Scarica WarCraft: Orcs & Humans

Potremmo avere più download per un singolo gioco oppure la versione italiana, inglese, francese se questa è disponibile. Inoltre, proviamo a caricare manuali, utility e documentazioni extra quando possibile. Se il manuale è mancante e si possiede il manuale originale di WarCraft: Orcs & Humans, non esitate a contattarci!(*)

Basta un clic per scaricare WarCraft: Orcs & Humans a tutta velocità!

Download WarCraft: Orcs & Humans - Versione DOS

Lingua: EN - Dimensione: 7.3 MB

CD (Installer) - Lingua: EN - Dimensione: 41.7 MB

Giochi Correlati

Ti è piaciuto "WarCraft: Orcs & Humans"? Potresti scaricare anche questi giochi: